Preferiti

 
Ricerca Avanzata Cerca
 
Ricerca

Torna al Land Rover

Freno a mano elettrico: il funzionamento sotto la lente d'ingrandimento

Negli ultimi anni il freno a mano elettrico è diventato un optional sempre più richiesto per i SUV di alta gamma, grazie ai suoi indubbi vantaggi in termini di praticità e comfort.

Pioniera in questo settore è stata Land Rover, che dal 2012 ha iniziato a implementare questa tecnologia su modelli come Range Rover Evoque e Discovery Sport. Oggi il freno elettronico è di serie su tutta la gamma dei SUV britannici.

Anche altri costruttori di nicchia hanno rapidamente abbracciato questa soluzione. Secondo i dati Eurotax, nel 2022 ormai il 79% dei SUV di lusso venduti in Europa è equipaggiato con freno di stazionamento elettrico, una percentuale in crescita costante negli ultimi 4 anni.

Marchi come BMW, Mercedes, Audi e Volvo lo prevedono sempre più spesso già dal livello di allestimento base per i propri modelli 4x4. Per i clienti rappresenta un valore aggiunto in termini di praticità e sicurezza, grazie all'azionamento totalmente elettronico. Il futuro sembra dunque aver consacrato il freno di stazionamento elettrico come dotazione irrinunciabile sugli SUV top di gamma.

Freno a mano elettrico: ecco come funziona veramente

Nei modelli Land Rover il tradizionale freno a mano meccanico ha lasciato il posto a un più moderno sistema elettronico, in grado di assicurare maggiore sicurezza e comfort. Il freno di stazionamento elettrico si compone di un motore brushless che, tramite un gruppo cinghie/pulegge, aziona le pinze freno posteriori in fase di attivazione/disattivazione del sistema.

La gestione avviene mediante un interruttore a pulsante/manopola sul tunnel centrale, il cui segnale elettronico viene elaborato da un'apposita centralina. Quando il motore è accesso, la centralina integra i dati provenienti dagli sensori del freno a pedale, potendo così azionare/rilasciare automaticamente il freno di stazionamento in manovre come la partenza in salita.

L'interruttore del freno di stazionamento elettrico, collocato sul tunnel centrale in posizione ergonomica, può avere la forma di pulsante oppure manopola rotativa. Quando il conducente preme il pulsante o ruota la manopola, dall'interruttore parte il segnale elettrico che viene ricevuto e decodificato dall'apposita centralina. Quest'ultima gestisce il motore brushless, comandandone il moto attraverso la trasmissione a cinghie/pulegge per azionare le pinze freno posteriori.

Contemporaneamente, la centralina del freno di stazionamento legge i parametri inviati dai sensori del freno a pedale, in particolare la pressione esercitata. Quando il motore è acceso e il freno a pedale viene rilasciato, la centralina può comprendere che il veicolo sta per partire e rilasciare automaticamente anche il freno di manovra, semplificando l'azione del conducente. Questa funzione risulta molto utile soprattutto nelle ripide pendenze, poiché evita al guidatore di dover rilasciare manualmente anche il freno di stazionamento durante la partenza.

Display sul cruscotto e spie sul pannello indicano lo stato di funzionamento. L'affidabile tecnologia implementata nei modelli Land Rover garantisce azionamento istantaneo del freno, contribuendo a incrementare sicurezza e piacere di guida.

Freno di stazionamento elettrico: benefici e funzionalità

Rispetto ai tradizionali sistemi meccanici, il freno di stazionamento elettronico installato sui Suv 2023 Discovery Sport S, Discovery Sport Dynamic SE e Discovery Sport Dynamic HSE apporta rilevanti benefici. Grazie all'azionamento mediante pulsante/manopola sul tunnel centrale, assicura superiori livelli di maneggevolezza e operatività in fase di parcheggio e manovra, evitando lo sforzo fisico dell'azionamento manuale a leva.

La gestione computerizzata ne ottimizza la sicurezza e l'affidabilità nel tempo, grazie ad azionamenti sempre precisi ed efficienti resi possibili dal motore brushless. L'integrazione con i sistemi di ausilio alla guida quali i sensori di parcheggio permette gestioni automatizzate del freno in fase di sosta del veicolo.

Il sistema, inoltre, può adattarsi alle preferenze individuali memorizzando i profili di guida, rendendo ancor più tailor made l'esperienza a bordo. Tali evolute performance confermano la predisposizione all'innovazione che contraddistingue da sempre i modelli Land Rover.

Richiedi informazioni

Informativa Privacy REGOLAMENTO UE

L'interessato, acquisita l'informativa ai sensi dell'Art.13 Regolamento UE 679/2016, autorizza al trattamento dei propri dati personali per le seguenti finalità:

Altri post in :

 
Off road e Defender – magia alla stato puro!
Off road e Defender – magia alla stato puro! Scopri di più
Whatsapp
Chiamaci
Mail Icon Email
Location Icon Sedi
Wrench Icon Service